In barca...





Dopo quella serata con R. la nostra vita sessuale cambiò. Infatti con R. ci scambiammo i numeri di telefono e prendemmo appuntamento per la settimana successiva, sempre sulla sua barca. Durante la settimana con Cinzia scopammo che fu una meraviglia pensando all’esperienza che avevamo avuto e Cinzia mi confidò che anche gli uomini che aveva avuto prima di me non erano all’altezza di R... io prima provai una fitta di gelosia nel sentire mia moglie elogiarlo tanto, ma l’eccitazione superava qualsiasi gelosia. Domandai a Cinzia cosa l’aveva attirata di R. al supermercato, dato che non era giovanissimo (aveva sui 50 anni), fisicamente era tarchiato con una discreta pancia, l’aspetto non era dei più puliti, e lei mi aveva risposto che lo trovava un tipo simpatico (vero) e vissuto (vero), poi dopo averlo “provato” una delle cose che l’aveva fatta eccitare molto era che, mentre noi eravamo impacciati e inesperti, lui aveva mostrato una sicurezza sbalorditiva, come se per lui fosse una cosa standard, ed un'altra cosa che l’aveva fatta eccitare era che non si era eccitato subito come un novellino, ma lui si era gustato la sua erezione con calma, infatti Cinzia aveva dovuto leccarlo abbondantemente e ciò l’aveva molto eccitata. Comunque arrivò il giorno dell’incontro e Cinzia si preparò veramente alla grande, mise dell’intimo molto carino e cioè: perizoma, calze con autoreggenti, niente reggiseno, vestitino leggerissimo, tutto colore nero, con scarpe alte di paglia, era veramente eccitante.
Durante il viaggio misi la mia mano sulla sua fica e la trovai sempre molto bagnata, infatti mi disse di essere molto eccitata. Poi finalmente arrivammo, erano circa le 10.00 del mattino, e lui era sul molo ad aspettarci. Appena ci vide venne verso di noi, e capii subito che Cinzia aveva fatto effetto, da come se la mangiava con gli occhi. Ci salutò e ci disse che avremmo passato una giornata speciale. Entrammo sul peschereccio e ci disse di metterci comodi mentre lui faceva tutte le procedure per prendere l’altomare. Dopo un'oretta di navigazione si fermò, buttò l’ancora e venne da noi. Ci mettemmo a chiacchierare e lui cominciò a toccare Cinzia, che era notevolmente eccitata, dicendogli che non aveva mai scopato una fica così. Poi propose a Cinzia di farci un bello spogliarello, così io e lui eravamo comodi seduti e Cinzia che cominciava a spogliarsi davanti a noi lasciandoci a bocca aperta. Quando rimase solo con l’intimo R. gli disse di cominciare a scopare con me mentre lui guardava ed infatti lei obbedì, venne da me e cominciò prima a leccarmelo poi la feci mettere a pecorina e la scopai da dietro. Allora R. si alzò, tirò giù i calzoncini e si mise davanti alla faccia di Cinzia con quell’arnese enorme ma ancora non eretto. Al che Cinzia cominciò a spompinarlo con vigore e dopo 5 minuti io venni vedendo questa scena. Allora R. prese il mio posto, leccò accuratamente tutto il culo mentre io presi il posto di R. e mentre mia moglie me lo leccava io con le mani aprii le chiappe di Cinzia per consentire ad R. di infilarla.
La scena era sconvolgente: io che tenevo il culo di mia moglie dilatato e quella cappella enorme, che prima si avvicinò al buchetto palpitante, poi con la punta cominciò a massaggiargli il buchino , poi lentamente cominciò a spingere, vidi dilatarsi le crepe del buchino, ed entrò mezza cappella poi piano piano entrò tutta e sentivo Cinzia che godeva come una vacca... prima implorò di fare piano poi si sciolse in un lungo ”siiiiiiiiiiii”. Mentre Cinzia ululava dal godimento vidi che dal suo buchino uscivano solo le palle, lui l’aveva completamente impalata, poi comnciò a scoparla 1 minuto in fica 1 minuto in culo e non so quante volte sarà venuta. Dopo un po’ la fece girare di scatto e gli venne sulle tette e sul viso inondandola. Sfiniti ci lasciammo cullare dalle onde per un po’ poi propose di fare due tuffi per rinfrescarci, quindi ci buttammo tutti e tre in mare.
Dopo il bagno salimmo ci facemmo la doccia ( R. e Cinzia la fecero insieme e lei non faceva altro che toccarlo sul cazzo) poi pranzammo parlando delle fantasie sessuali di Cinzia , che ammise che un avventura così non gli era mai capitata , cioè di avere 2 uomini a completa disposizione tutti per lei, e confidò a R. (cosa che finora aveva fatto solo a me) che gli sarebbe piaciuto essere in balia di 2/3 uomini. Poi dormimmo placidamente tutti e tre stretti sullo stesso letto con Cinzia in mezzo. Fui svegliato da dei sospiri, infatti era Cinzia che era in dormiveglia sdraiata a pancia in giù, sul pavimento della barca, ed R. stava in ginocchio dietro di lei leccandole tutto il culo. Quando mi vide R. mi disse che un culetto così non gli era mai capitato, e che Cinzia era veramente un grande maialina, poi si spostò, si mise disteso e con le braccia prese Cinzia facendola mettere sopra di lui, lui era in erezione lei si impalò sopra e cominciarono a scopare in smorzacandela, lui mi guardò e mi disse “facciamocela in due sta’ troia”, lei inarcò il culo senza dire una parola, mettendo il buchino in evidenza io passai dietro appoggiai il mio cazzo che entrò senza problemi (lo credo bene dopo quello che aveva preso) e la inculai, così ci trovammo R. sotto, lei in mezzo, ed io dietro, un scena che penso solo nei film porno si poteva viverla o vederla, ed io e mia moglie eravamo lì che la stavamo facendo con il massimo godimento di tutti. Cinzia era fuori di sé, urlava dal piacere, non faceva altro che incitarci e dirci che lei era la nostra troia, non so quanto durò il tutto, posso soltanto dire che non resistei più e gli riempii il culo di sperma, mentre R. imperturbabile continuava a fotterla da sotto. Poi lui si alzò glielo mise in bocca e cominciò a farsi spompinare, lei gli leccava il suo enorme cazzo, pieno di vene, ma lui la guidava con la mano e gli fece leccare prima le palle poi il suo culo, non ci potevo credere mia moglie che con fare da troia consumata gli leccava anche il culo (e pensare che ha un visetto da santarellina) cosa che a me non aveva mai fatto,finche non le inondò le tette con la sua sborra. Dopo essere venuto ci facemmo l’ennesima doccia stavolta giocando tutti e tre sotto la doccia ci rivestimmo e lo salutammo, lui salutò Cinzia con un caloroso bacio in bocca e una vigorosa palpata di culo e ci avviammo felici a casa.
Tre giorni dopo R. mi chiamò al cellulare per propormi una cosa…………. ma questa è ancora un'altra storia!

Graditi commenti cpfantasy@hotmail.com

p.s. ottima la sezione link... continua così, un bacione da Max e Cinzia