Istruzioni per l'uso
(La scoperta)



Non avrei dovuto farlo.

Mai mi ero permessa di entrare nello studio del mio Master/marito in Sua assenza, mi era stato proibito espressamente, ma quella volta non riuscii a resistere alla curiosità. La porta era socchiusa e sulla scrivania il portatile acceso divenne per me una tentazione troppo forte.

Entrai. Sullo schermo l'onnipresente logo di Windows si presentò ai miei occhi. Conosco i computers e le abitudini di mio marito, quindi cercai subito il drive del floppy. Bingo ! C'era un dischetto inserito, cliccai sull'icona e quello che apparve e che per intero riporto in questa prima parte della storia, dopo la lettura mi lasciò a dir poco di sasso. Ma non perch&eacuta dicesse qualcosa di nuovo su di me, sono conscia della mia condizione di schiava convinta e me ne vanto, ma leggere cose che avrei subito, leggere nei minimi dettagli quello che mi sarebbe stato fatto.....e che chissà quante altre volte era stato scritto, magari in forme e modi diversi, insomma leggere come sono anzi come mi piace essere e come solo Lui sa farmi essere, leggere la descrizione minuziosa di quello che provo e voglio provare...beh...pensavo fosse un fatto privato, molto privato. Non avrei mai immaginato che le sedute alle quali partecipavo erano state pianificate a tavolino. Questa non era ancora avvenuta, anche se mi era stato detto che il 22 giugno saremmo andati in un certo agriturismo per due giorni.

Ora sapevo tutto e superato il primo momento di smarrimento cominciai quasi a provare uno strano piacere.....leggevo...e cominciai a toccarmi.......

Così iniziava li file:

ISTRUZIONI PER L'USO
Ven. 22/6

Arrivo nel pomeriggio, conoscenza e sistemazione.
Valutazione della schiava con applicazione del collare se sarà di tuo gradimento. In caso affermativo ispezione dei suoi orifizi e lubrificazione con vasellina per un facile accesso ad essi.
Consegna della schiava.
Passeggiata al guinzaglio in un luogo adatto dove le farai assaggiare lo scudiscio. Una dose di 20 frustate sul culo, dopo averla appesa nella stalla, saranno sufficienti come premio iniziale.

SCENA

1)Intorno alle ore 21 cena - Denuderemo la schiava lubrificando di nuovo e bene i suoi buchi. Introduzione nel culo di un ovulo vibrante (vedi a questo proposito il punto 12) che azioneremo a nostro piacimento; così "preparata" sarà, per tutta la durata del gioco, soltanto una bestia e inizierà a svolgere i compiti che competono ad un "animale da piacere". Vederla camminare a "quattro zampe", con il culo pieno, rossa in volto, con le mammelle penzolanti e i capezzoli eretti, eccitata dalle vibrazioni e da quello che gli introdurremo nei buchi liberi, dai comandi e quindi disponibile ad ogni nostro ordine o desiderio, ridotta ad essere esclusivamente un "contenitore" ti assicuro, sarà molto eccitante ma anche molto "forte" (tieni presente che l'ovulo anale stimola la defecazione che, naturalmente, verrà impedita con risultati e movimenti della bestia che ti puoi immaginare). Mangerà in una ciotola senza usare le mani, naturalmente. Potrà poi fare i suoi bisogni all'aperto, mentre noi useremo la sua bocca e il suo corpo come orinatoio personale. Alla fine, sporca, stremata ed eccitata con una energica lavata sarà di nuovo di nuovo usabile e verrà condotta alla monta in un luogo adatto che potrai scegliere. (Per quanto mi riguarda, questa volta mi limiterò esclusivamente a guardare, frustare e mungere la bestia mentre viene montata per poi scaricarmi nella sua bocca ). Tieni presente che "la monta" non avrà tempi e modi predefiniti, quindi eseguila liberamente e senza inibizioni, impiegando tutto il tempo necessario al raggiungimento del tuo completo appagamento. La bestia avrà la sua razione di piacere dopo e nel modo che abbiamo concordato. Non sarebbe male, prima, farle fare un giro al guinzaglio, naturalmente nuda, nella stalla o in un prato per ricordarle, con l'aiuto di qualche scudisciata sulle natiche, il suo ruolo di femmina sottomessa .

Sab. 23/6

Mattina colazione, ringraziamenti e partenza.
Se sarà stata brava e la seduta di tuo gradimento, verrà di nuovo appesa nella stalla e la premieremo con 60 scudisciate che somministreremo a turno.
Desidero che i segni siano visibili per qualche giorno, devo condurla al mare e si deve notare quello che è, quindi niente mano leggera questa volta, e poi considera che la stiamo "premiando" !

Dopo il trattamento, bocca, mani e vagina della bestia, se vorrai, saranno nuovamente a tua disposizione; sarà lieta di servirti per ringraziarti del trattamento subito. Quindi usa tranquillamente la bestia senza preoccuparti del suo godimento.
La sua dose di piacere l'ha già avuta.

Alcune notizie riguardanti le scene di dominazione ed esibizione sessuale e su questa schiava che è bene sapere:

2) L'orgasmo, per una schiava, deve essere un premio da concedere a fine scena e solo se sarà stata brava. Se provocato all'inizio, fa calare la tensione e provoca un rilassamento inopportuno. Quanto detto vale anche, di solito, per i maschi dominanti. Naturalmente, se richiesto dai padroni per il loro piacere e dalla situazione, la schiava potrà masturbarsi con le mani ed oggetti nel corso della scena e il suo godimento è a discrezione del/i maschio/i. ( Io, per esempio, trovo molto eccitante interromperla quasi alla fine, in maniera brusca, facendole colare dell'acqua ghiacciata sui capezzoli e sul clitoride o infilandole nella vagina un...ghiacciolo ! Provare per credere, si irrigidisce, scalcia e urla come percorsa da una scossa elettrica, fantastico !) .

3) Va mantenuta, quindi, in uno stato di continua tensione sessuale. E' fondamentale ! Il tuo ruolo sarà quello di eccitare la schiava nei modi che riterrai più stimolanti e gradevoli per te ma devi negarle il piacere dell'orgasmo. NON è lei che può decidere come e quando godere !

4) Altro potente metodo di dominazione è lasciare la femmina nuda o vestita in maniera sconcia tra maschi completamente vestiti. Deve mantenere sempre le cosce larghe e la bocca socchiusa, in segno di disponibilità. Lo sguardo basso deve essere preteso, non deve indossare slip e i buchi devono essere sempre lubrificati. Iniziata la seduta, niente nome, dovrà essere chiamata esclusivamente "schiava", "porca", "troia", "cagna" e ciò per umiliarla ancora di più e farla sentire esclusivamente un oggetto di piacere. Toccarla di frequente per mantenerla eccitata e aperta, facendo notare agli altri/o che si bagna come una "vacca in calore", nel caso specifico, ottiene ottimi risultati.

5) Sappi apprezzare, saggiandole, le qualità dei suoi "buchi" usando anche parole eloquenti. Devono essere sempre lubrificati e questo sarà compito tuo (io uso sempre molta vasellina nel massaggiarle gli orifizi) affinch&eacuta la penetrazione con dita ed oggetti sia facile e non incontri resistenza (punti 4 e 11) .

6) Toccala e palpala deve sentirsi "usata" fin dall'inizio. Comunque questa femmina si eccita ad essere trattata da animale; deve, quindi, essere accontentata e trattata da animale: una cosa, null'altro che un corpo da usare per appagare la libidine dei maschi dominanti. Riuscire in questo è il fine delle scene di dominazione sessuale che, se ben gestite, sono molto appaganti. ( vedi punto 4 )

7)Vale per questa schiava ma è una regola da seguire sempre nelle scene: NON avere fretta, procedere con calma, il livello di eccitazione deve raggiungere l'apice e poi calare di colpo. Più volte questo accadrà più intensa per tutti sarà la conclusione alla fine del gioco. Pensa all'onda che impetuosa si abbatte sulla battigia e, poi, lentamente si ritrae !

8) Se il gioco sarà ben condotto, la naturale indole sottomessa e il masochismo di questa femmina verranno alla luce e si lascerà docilmente condurre dove desideriamo come un vero animale, quale sogna di essere .

9) Penetrazioni, naturalmente, protette. Giochi manuali "profondi" nelle parti intime con guanti di lattice e lubrificante idoneo. La sicurezza e l'igiene sono fondamentali e devono essere pretesi da tutti i partecipanti.

10) Potrà essere immobilizzata con corda o manette e appesa per le braccia. La frusta, se usata in maniera leggera sulle natiche, le provoca un rapido orgasmo che toglie, a chi la somministra, gran parte del piacere, va quindi dosata bene. Un divaricatore per caviglie sarebbe preferibile usarlo nell'ispezione iniziale. Subisce bene applicazioni di mollette metalliche e cera calda sul seno e sulle grandi labbra che si fa tirare e allargare godendone molto. Ha i capezzoli molto sensibili, fare attenzione ! Ha la vagina allargata dalle ripetute monte a cui è stata sottoposta e dalla "messa in forma" con divaricatore che subisce di frequente, quindi si può penetrare comodamente anche con membri molto grossi ed oggetti importanti.

11) Subisce il "fisting" vaginale ma è preferibile farlo alla fine della seduta e tu, infatti, lo farai dopo la monta, in quanto le provoca un orgasmo "devastante, lungo e incontrollato" che a volte è necessario interrompere con farmaci calmanti a causa delle grida che la bestia comincia ad emettere.

Se invece desideri gustare in maniera molto intensa il godimento completo della femmina durante questa pratica (cosa che ti consiglio vivamente, può durare anche dieci minuti) è necessario applicarle fin dall'inizio un morso di pelle con lingua interna ben serrato sulla nuca. Dovrà essere legata durante l'applicazione del morso in quanto non è cosa gradevole, può provocare vomito, e oppone, quindi, una naturale resistenza. Poi, tenendola ancora immobilizzata, si inizia la penetrazione con le dita e a questo punto non potrà che muggire e soffiare e appena la mano sarà tutta all'interno della vagina si potrà slegare. Adesso la bestia già non è più in grado di controllare le sue reazioni, si possono applicare due mollette dentate ai sensibilissimi capezzoli, vedendola saltare dal dolore, ma subito si abbandonerà scompostamente al piacere che le provoca l'oscena dilatazione interna e il dolore ai capezzoli non farà che accrescerlo. Così ridotta, dopo essere stata lavorata all'interno per bene con il pugno chiuso, sfilata la mano lentamente appena iniziano le contrazioni vaginali che precedono l'orgasmo e quindi lasciata libera, comincerà a contorcersi in preda al piacere e le grida saranno soltanto osceni ed eccitanti muggiti da vero animale alla monta, tutt'altro che fastidiosi o insoliti in un agriturismo.

Uno spettacolo per raffinati e viziosi intenditori, anche se molto forte, tenendo presente che non potrà essere interrotto se non dalla naturale fine dell'orgasmo della femmina che, di solito, dura circa dieci-quindici minuti di veri muggiti, spasmi e oscene contrazioni, per cui è opportuno che venga praticato per terra, sopra una coperta e non sul letto.

12) Prestare attenzione: durante una recente monta, pur essendo molto aperto, l'ano della schiava è stato sfondato ad opera di un Master troppo brutale e dotato. La lacerazione è in via di guarigione (i punti sono stati tolti da due settimane) ma questa volta, purtroppo, il buco posteriore potrà soltanto essere stimolato con dita ed oggetti piccoli (ovulo), dopo una accurata lubrificazione. Comunque la lacerazione dello sfintere interno, che è stato anche inciso chirurgicamente e volutamente lasciato aperto, permetterà, a guarigione avvenuta, un agevole "fisting anale".

13) E' ESCLUSA LA PENETRAZIONE ANALE DURANTE QUESTA SEDUTA !

Non dovranno assolutamente essere effettuate riprese foto-video e/o audio della monta e del fisting vaginale. Durante la "cena", invece, delle foto, esclusivamente in digitale, potranno essere scattate.

Rammenta che, non conoscendoti, una "safeword" se da lei pronunciata, farà interrompere la scena. Rispetta, quindi, le regole.

Tutto questo non è ancora avvenuto, tranne la lacerazione dell'ano con conseguente sutura, ma oggi è il 21 giugno... e già per telefono mi ha confermato la partenza


Fragolina25 frago25@iol.it