CI VOLEVA UNA FATA....MORGANA!
(La debuttante al Club)


 
 

AI MIEI AMICI DEL CLUB…

E' domenica sera e ho ancora le gambe che mi tremano e quell'odore sulle cosce....
Un gran peso sul petto e i capezzoli che mi fanno male, sono a pezzi......
Ma è un bell'essere a pezzi...
Un'emozione inestinguibile e una voglia difficile da calmare....
Sono emotivamente in palla!!!!!
So che ve ne può fregare relativamente di una delle tante ragazze che entrano da voi per cercare un …non si sa che cosa; ma voglio davvero sperare e credere di trovare dalla Fata la "tana" dove poter incontrare amici speciali in un clima speciale dove tutto è possibile e nulla scontato; dove balli in libertà e conosci gente, e ti confronti tra persone “normali”, non come in un ghetto, dove gli altri sanno leggere i tuoi desideri nei tuoi movimenti più impercettibili meglio di te stessa ma ti rispettano ad un solo tuo gesto di diniego, sapendo insistere se intuiscono che la tua è solo tensione e paura da neofita e fermarsi se capiscono che non sei ancora a tuo agio….
Ma....tanto avete già capito  - vero? - che li mi rivedrete, che ci “devo” tornare, che sarò una preda speciale…..

Difficile vi ricordiate di noi con tutta la gente che passa.... Siamo stati da voi la sera del primo di gennaio, e per noi era la primissima volta....Come una sfida...: ne parli, pensi a tutto e niente.... Di quello che, a livello di coppia, ti porta a fare questa scelta sarebbe divertente discutere, ma non è quello che voglio fare: vi voglio parlare invece di cosa ho provato io come donna.....SCON_VOL_GEN_TE!!!!.....Difficile trovare altre parole...

Sono quello che si dice la classica "brava bambina di buona famiglia": dicono che sono piuttosto carina, dolce, un bel musetto, un bel culo....quella che tutti avvicinano e immaginano nei modi più....”speciali” ma difficilmente, nei modi e nelle parole, sono meno che gentili con me. Ma le mezze parole, gli sguardi, ti entrano nel cervello e sai....Sai bene....Un po’ ci gioco, ma giusto il minimo sufficiente per divertirmi, non mi piace mescolare quotidiano con la parte più….mia dei desideri. Scuola, università, lavoro, tutto perfetto e per bene...Anche col mio uomo, fisicamente: complicità totale, tutte le scariche di fisicità e fantasia che potevo desiderare....
Abbiamo iniziato giocando su internet, il passo più dolce e più facile, ti senti protetta dietro a quello schermo.....Mie storie scritte a Marco e pubblicate da lui a mia insaputa su due siti ; Uno quello di Francesca, Eroxè…..mi fa impazzire e mi da grandi sensazioni….e Duepi….per cercare coppie che la vedano come noi….
Quando Vale mi ha mostrato le foto pubblicate mi è venuto un colpo ma…. mi hanno risposto ad una casella postale (ilgrandegioco@yahoo.it, tuttora valida) e mi sono incendiata...
Mi sono sentita troia, ma desiderata al sicuro....
Al sicuro come venendo da voi al locale….
Comunque:  è nato un sito, non un sito molto accessibile, solo per gli amici che sarebbero diventati davvero speciali e con cui avremmo potuto dividere un pezzetto di strada assieme nel vivere le nostre esplorazioni…non volevo essere “una delle tante fantasie virtuali”  ma Me stessa, non volevo che chi mi scriveva  pensasse a gambe virtuali, ma alle mie gambe......
Moltissime risposte, tantissima spazzatura, ma anche diverse persone davvero intriganti….di tutto: siamo ai primi passi
Un effetto pazzesco comunque, la voglia di andare oltre....lo sfizio di un club...(per me lo era: una cosa "strana", proibita, un giochino da nulla...).

Probabilmente non sarò mai una “frequentissima” da voi: perché sono realizzata nel mio rapporto e forse per paura di come la cosa potrebbe coinvolgermi fino a prendermi del tutto....se le razioni della prima, impacciatissima sera sono state queste (in una serata "fiacca" a quanto ho sentito......ma a me è andata BENISSSSSSIMO COSI', forse meglio per il debutto....)...
Certo è che ci tornerò, ci torneremo da voi, e vi spiego perchè'.

Avevamo buttato un’occhiata su un po’ di siti e qualcosa ci aveva fatto restare e guardare sul vostro….Quando Vale mi ha buttato lì, dopo un ultimo dell’anno carino ma davvero non speciale “domani si va a ballare” subito la cosa mi ha intrigato da morire e ho capito: mi è stato più che bene e se la cosa per voi è scontata per me non lo era affatto!!!!! Mi sono preparata i vestitini (un vero disastro….ero emozionata, impacciata, non sapevo che “messaggi” lanciare e cosa cercavo….Avevo messo un paio di autoreggenti che appena indossato all’Hotel mi sono accorta cadere fino alle ginocchia a mezzo passo….E a quel punto o stavo a gambe nude o avevo dietro un paio di poco sexy collant neri…..Col senno di poi avrei dovuto optare per la prima scelta, ma vista l’emozione e l’impaccio ho optato per la seconda…)….E devo dire che ero, all’inizio, anche meno emozionata di quanto credevo….all’inizio. Vale rideva (anche se non era meno emozionato ed impacciato di me….e questo mi piaceva: non giocavamo una parte, non cercavamo di essere quello che non siamo….c’eravamo, noi e le nostre emozioni…) per il fatto che ho tirato fuori i soldi per la quota, per il fatto che ero io a chiedere informazioni e voler fare un giro per vedere come era fatto il posto, quali erano le possibilità….
Devo dire che già parlando al telefono con Rita ero “rassicurata”, per la gentilezza e il modo di fare; cosa confermata all'arrivo.…Anche se, ammetto, quando siamo giunti sul posto qualche ora prima la zona industriale, il portoncino….mi aveva messo i brividi…Ma certo: non è che puoi giocare tranquillamente in una villa al centro di una città dove chiunque può stare li a guardare gli ingressi delle persone come quelli di strane creature losche….
E immagino che lo sballo del dopo capodanno aveva lasciato le tracce sulle persone, la stanchezza era leggibile…..
Sta di fatto che anche una volta nel locale la sensazione di tranquillità sostanziale (perché ammetto che dentro di me ero agitatissima!!!…a dir poco) era confermata: piccoli movimenti di chi ci stava attorno e aveva capito e in qualche modo ci controllava, suggeriva senza parole e proteggeva è stata davvero piacevole….Potevo ballare, potevo guardare e gironzolare…..potevo mettermi a mio agio. Per il resto so di fare effetto, sentivo l’attenzione e immagino l’effetto della “nuova preda”…..era eccitante. Si intuiva subito chi era già abituato al posto e le coppie che non avevano interesse a un mordi e fuggi in serata ma avevano tempi lunghi per costruire rapporti durevoli o almeno di conoscenza reciproca (è quello che piace a me), quelle che ci cercavano subito, i singoli a volte davvero un po’ pressanti nei modi più che nella sostanza (ma con i singoli pressanti per il mio lavoro ci ho a che fare anche nel quotidiano, quindi….si sa com’è, purtroppo…spesso la mancanza della giusta tattica e di pazienza li taglia fuori….), quali erano gli “specchietti per allodole” nel senso di presenze necessarie ad assicurare “animazione” e anche quello comprensibilissimo…..Confesso che non sono un’ “aquila” per cui sono semplici sensazioni, che forse hanno fatto si che non capissi perfettamente come muovermi, chi avvicinare come persone “come noi” a cui poter chiedere e con cui potermi confrontare, ma per questo faremo tutti i passettini  del caso, senza forzare i tempi e facendo tirocinio (  ? ! )….Ero incuriosita dalle donne: ce ne sarebbero state come me, di quelle che certo non avrebbero problemi a trovare in qualsiasi momento nella vita quotidiana, che fossero innamorate, che non lo facessero per posa, soldi o chissà che…? C’erano, eccome…..!
Il bello è che man mano che passava il tempo e i giretti nel privé più ero tesa…..
Nella sala della discoteca, confesso, avrei voluto sedermi all’inizio dove c’erano tre o quattro coppie affiatate….avrei voluto parlare e conoscere, ma ero impacciata….C’erano tre o quattro ragazze davvero molto molto belle: mi sono soffermata più su quelle che sugli uomini….Una ragazza bellissima bionda con un bellissimo vestito e gli slip in mostra sullo scollo della schiena e una ragazza brunetta con un vestito corto di paillettes…..mi facevano molto molto effetto…..Mi sentivo anche guardata, ma difficile ricambiare e capire bene i meccanismi o fare la prima mossa quando sei li la prima volta…..aspettavo io la prima mossa “avversaria”….E comunque i tempi veloci non sono i miei…o non lo pensavo, visto cosa è successo….
Non ho problemi di pensare “ho paura che mi riconoscano”: so cosa faccio, il mio uomo non mi forza e non credo di fare niente di proibito o di dovere giustificare a qualcuno eventualmente conosciuto (cosa che può capitare, ci sta nel calcolo delle probabilità: credo che se uno ha lo spirito giusto sa separare la sfera quotidiana da quella più speciale e personale)…..
E peraltro, anche solo per ballare il posto è molto più bello di tantissimi altri “normali”….
Sta di fatto che ho potuto ridermi addosso, parlavo fitto fitto con Vale e scoprivo di amarlo sempre di più (a proposito….ci sposiamo quest’anno!!!!….una festina da voi la facciamo prima del grande evento!!!! ) per la libertà che mi regala di tirare fuori tutto quello che per educazione, abitudini, cultura, ho tenuto gelosamente nascosto per anni; ho potuto chiedere informazioni alla reception senza fingermi donna di mondo anche se cosciente che, credo, un po’ di effetto lo facevo…..non sono ipocrita e so di essere un certo tipo di donna….
Il primo giretto nel privé è stato traumatico. Mi fa impazzire scostare quella tenda, come spostare la tenda della tua parte più oscura ed entrarci….e mi sono piaciute da morire quelle serpentine gialle e azzurre al semibuio del corridoio: già li sei dentro, già li senti il cuore in gola, ma devi fare un pezzo di strada e li ti abbracci, ti baci, ti carichi…Altra tenda….Anche quel corridoio, soprattutto quel corridoio mi da una carica enorme….Intuisci sagome, presenze….Non molto di più….e rumori, e squarci di gemiti…e dappertutto tende dove non sai se si celi semplicemente muro o una nuova porta.…
Sono una che i passi li fa con attenzione….all’inizio sono sempre tesa: ma non perché non so cosa faccio o ne ho paura; solo perché il passo preferisco farlo più corto ma metterlo giù bene perché una volta messo, quello successivo sarà sul gradino più alto…Non faccio cose per dire di averle fatte e poi fingo di non aver fatto nulla: ogni cosa che faccio diventa parte del mio mondo e non lo rinnego mai….Così, come per internet, all’inizio guardare in una delle stanze era più curiosità morbosa che vera eccitazione…..E quando li, al buio, mentre cercavo di guardare ho sentito sul culo e le gambe e le tette le mani di una, due….tre quattro e cinque persone….mi sono spaventata: era stato rapidissimo, un assalto, solo singoli….e uno è stato gentile a capire che i piatti più ricercati vanno cucinati a fuoco molto, molto più lento o con la spezia giusta e mi ha aiutato ad allontanarli….al buio Vale si e no che si era accorto: perché le forme di gentilezza e l’emozione ti rendono poco decisa e bloccata anche quando dovresti essere un po’ più brusca.
E lì, in effetti non volevo, non era una finta. Nel senso: certo che l’idea è eccitante, nulla di stratosferico era successo ma…..non è arrivato il momento, se mai arriverà. A quel punto dico “Sicuramente mai in una di quelle stanzette, sicuramente non nella prima”…A battuta: sicuramente non nella macchina, ci siamo spaccati la schiena troppe volte nella nostra….
Usciamo, e sono tesa, quasi in fuga. Eccitatissima lo resto, ma sono troppo tesa e un po’ innervosita…..
Si ritrova l’atmosfera, balliamo, sguardi ancora ma senza conoscere altre coppie li o scambiarci una parola, altro gin tonic.
Parliamo con un single, gentile, molto, ma non è quello che cerco…..cerco qualcuna come me, qualcuno come noi, dei complici sussurrati e intriganti….Vale è perfetto, mi asseconda, mi sorride, mi accarezza, mi fa battute divertenti e ironiche anche su se stesso….è li, lo sento, lo amo per questo. So che si eccita da star male, ma è il mio uomo, mi si dà senza segreti…..
Altro giro….
Stavolta c’è molta più gente.
Ballando sono saltata addosso a Marco, mi ha scoperto il culo, volevo mi vedessero….
A lui entrare in quelle stanzette e tirare la catena attirerebbe…..non me la sento. Ci baciamo nei corridoi, sento profumi di donna, forse è quello che mi attira di più…E sento commenti sussurrati e gentili e sensuali su di noi, mi accendono, mi sento puntata nel modo giusto…Vedo una donna con tre uomini e mi tremano le gambe…..un po’ forse vorrei essere io anche se non so se mai riuscirò a farlo….Ma è uno dei miei immaginari….Troppi singoli però pressano, altra fuga, ma non ne avevo voglia di fuggire…Altro gin tonic e terzo giro…Vi posso confessare una cosa?…Le stanzette…..Non è il top, a mio modesto avviso, l’idea di ….finire su roba pre-bagnata….rende difficile l’approccio e lo fa sentire un po’ rischioso e sporco….Magari si fa anche di peggio a volte, ma se ci fossero protezioni, anche di carta come sui treni……sarebbe molto più rassicurante…
magari era il primo dell’anno, non so…..
Sta di fatto che al terzo giro sono cotta: ci baciamo, sono appoggiata a una paretina a Vale davanti a proteggermi….
Sento una mano, è una donna, non giovane….Ma è dolcissima,  emozionata, mi desidera. Non forza, non ha fretta…
Forse aspettavano in tanti di noi e loro erano al posto giusto al momento giusto….Ma erano anche quelli giusti.
Probabilmente non era la più bella ma era quella perfetta e me la ricorderò per sempre. Credo girino da voi qualche volta, e mi piacerebbe reincontrarli….non so come si chiamano, non so nulla….troppa emozione….
Succede quando Vale mi accarezzava le tette sopra la maglia che si aggiunge la sua mano, discreta, verificando la mia disponibilità…Vale mi scopre, gradisco a dir poco, lei inizia a lavorarmi ed è perfetta….me le accarezza, mi accarezza tutta, mi bacia sul collo, mi slaccia il reggiseno, si sbottona la camicetta….
Le ha bollenti, splendide, enormi, me le appoggia contro, mi abbraccia….non lo faccio apposta, ma credo di aver fatto un sacco di casino, non so se era “corretto” li all’esterno, ma non potevo trattenermi. Anche il suo uomo mi accarezza, ma è così discreto, attento….leggono ogni mia mossa, sanno cosa fare e cosa no. Il mio uomo e l’altro mi accarezzano, l’altra mi lavora, credo di essere impazzita…Gli uomini mi baciano le tette, lei mi abbassa gli slip, le calze, mi masturba con delicatezza infinita, mi mordicchia i capezzoli, scende con la lingua.
Tremo come una foglia, le cosce si aprono da sole…
Gli uomini mi baciano le tette, scendono ad accarezzarmi il culo e a sfioro sulla fica e la lingua di lei me la fa aprire…
Non ne posso più…Le bacio le tette, è pulita, profumata, le diventano i capezzoli durissimi e mi accarezza i capelli….prendo le mani di Vale e le porto sulle sue tette….voglio dividere quelle sensazioni con l’uomo che amo e che ha una discrezione infinita nell’aspettare me…mi sento rispettata, amata….Lei geme, è molto presa come me, questo mi piace….mi infila un ginocchio tra le cosce e “balliamo”…io con due cazzi tra le mani…..Ho paura….dico che per il debutto basta così….non sono convinta, ma sono dolcissimi e non insistono per portarmi in un box…resto lì a riprendere il respiro e sento un’altra mano….un’altra ragazza…..giovane e molto carina….La lascio fare un secondo dopo aver detto a Marco “usciamo”…..
Stiamo li un po’ tra noi….
Dio se ha un bel corpo….
Da quanto volevo toccare una donna!!!!!
L’altro è gentile, ma forse troppo insistente: nel complesso non mi farà impazzire, ma è stata lo stesso la spinta giusta per un ulteriore passettino…..”Giocate un po’ tra voi!”. Sento lo stacco tra lui e Marco. Lui insiste, dirige…”Dai amore fai questo, dai amore fai l’altro”, lei non chiede mai e sembra sentirci poco o partecipare poco….non so, ho come una certa impressione ma di cui resto convinta…..ma sono li e il suo corpo è molto bello….Marco capisce che mi piace toccarla, mi strizza l’occhio, ride di se stesso per l’impaccio nello stare li a fianco sapendo di muoversi male….
Fatto sta che siamo finite in un box, proprio quello in cui dicevo di non voler entrare…
Una cosa e l’altra….
finiamo nude, finiamo che non me ne frega, anzi, che voglio essere nuda ed essere guardata, ho il culo a mezzo metro dalla catenella e so di avere un bel culo, voglio eccitare…. E sento mille occhi e sussurri….faccio effetto e tanto….ma la presenza la sento, non la vedo, aiuta….Mi carico e lei mi sale sopra e mi tocca e mi lecca tra le cosce e mi masturba. Finisce che poi le salgo sopra io e non ne posso più e mi faccio montare dal mio uomo da dietro e urlo di piacere….l’altro insiste, non di cattiveria, ma forza i tempi, forza le cose, faccio fatica a non innervosirmi….
So che con una ragazza passionale e l’uomo giusto, mio Dio cosa sarebbe successo…..
E’ andata bene anche così in fondo, ma al solito, se non scatta la scintilla….ci voleva una prima volta e c’è stata, ma io intendo la passione e la complicità diversamente. Lei , credo, gradiva molto, ma quel “piacevole” con cui mi descrive, su mia richiesta com’è prenderlo dietro
(Ne ho molta voglia e molta paura……devo ancora essere inaugurata!)
è come lei intende il piacere credo……per me è diverso, è godere, intensamente. Io e Vale dopo un po’ ci saltiamo addosso, credo siano stupiti. Ci limitiamo anche perché non siamo li da soli, ma con altri due. La differenza e che ci muoviamo di desiderio e istinto e passione ed amore….Lei un po’ sembra fare le cose perché a lui fa piacere…..E la cosa mi da una strana sensazione, non piacevole. Ma toccarla….Dio se è bello: vorrei essere un uomo in quell’istante: la curva del bacino, il seno….
Quando Marco la tocca è una sorpresa….non fa “male guardare” come credevo…è attento, ha avuto la mia stessa impressione: lei da sola con me sarebbe altra cosa….E’ come innervosita dal suo uomo, limitata….si amano e sono belle persone, ma non è il mio modo, a sensazione –poi ognuno ha il suo, ci mancherebbe!!!!-  di sentire e desiderare le cose…Il mio primo bacio da donna…il prossimo sarà più passionale, credo. Perché ci sarà un prossimo bacio di una donna e sarà al Fata Morgana e sarà super, lo sento…Un ultimo giretto tra i box ( quando eravamo in azione ce ne erano molti altri come noi in azione che mi sono persa)….Ero carica, ero venuta a ripetizione, ero sicura e tranquilla tremavo…. ma camminando mi lascio sfiorare, mi fermo varie volte sorridendo, perché mi dicono che sono bellissima, che li ho fatti emozionare, e  stavolta quando mi accarezzano lascio fare, appoggiata di schiena, abbracciata al mio dolcissimo uomo…perché non mi toccano, mi accarezzano vestita…e alzo anche una gamba per facilitare e sono così tanti…quasi tutti uomini….sulla decina credo….sfiorano…sfiorano i capelli e il viso come una bambola….i seni. Le cosce, il culo, l’inguine, mi baciano a sfioro le gambe e il culo, mi sollevo da sola la maglia e mi lascio baciare le tette; e sfioro i cazzi con le dita, caldi, duri… sopra i pantaloni….fuori….mi sborrano sulle gambe, i getti sulle calze….non vedo volti……usciamo.
La bionda e la brunetta non ci sono più e neanche la loro compagnia, peccato….
Sarà per la prossima…..!
Aneddoto: eravamo talmente imbranati che la sala del cinema lo abbiamo visto solo a un quarto d’ora dall’uscita!!!!

PER UN COMPLEANNO CARINO
A Marzo sarà il mio compleanno….Se lo ritenete possibile e c’è qualcuna cui faccio gola….beh: niente di scontato ma….e ci fosse la giusta atmosfera….La torta in uno dei box potrei non portarla, ma farla io….La panna però la posso portare….Per il resto, come pensieri che mi percorrono la mente….Se c’è qualcuna che lo sa fare…mi sono sempre chiesta come fanno “quelle” attrici a essere depilate perfettamente proprio li….nessuna signorina tra le vostre amiche che……mi potrebbe….?
O per esempio nessuna che sa giocare con quei giocattoli allacciati in vita e insegnarmi e farmi provare…? O nessuna che avrebbe voglia di darmi una mano e eccitarmi per farmi inaugurare dietro dal mio uomo…..?
Mah: mille idee, poi si vedrà.
Magari poi sarà solo un brindisi e quattro chiacchiere….
Per allora cercheremo miglior sistemazione per il dopo (senza doverci alzare alle 10 e mezza in albergo per non dover pagare un’altra giornata….meglio spenderli da voi!!!!….
Anche se in albergo dopo la carica abbiamo fatto un sacco di foto….

A PROPOSITO: CHI VA SUL SITO http://voy.voyeurweb.com/main/Pictures.html SULLA SEZIONE VOYEUR E CLICCA SU “SWEET MANUELA YOUNG WIFE FROM ITALY” PUBBLICATA IL 31 DICEMBRE MI PUO’ VEDERE…)

non abbiamo ancora amici “speciali” in zona e quelli “canonici” non sono quelli con cui poter dividere certe situazioni…..
Se vi va…..date pure una stampata a questa lettera un po’ sui generis e appiccicatela a qualche parete o datela a chi pensate…interessato e interessante…..l’indirizzo è: ilgrandegioco@yahoo.it per chi vuole contattarci o ci ha, chissà mai, notato…coppie, mi raccomando…..di singoli che mi puntano ne avrei mille e sono troppo innamorata per desiderare solo quello….

P.S.: coincidenze?…scrivo dall’ufficio e oggi mi sono trovata al lavoro con una gonnellina davvero cortina…..e mi sono già accarezzata fino a venire tre o quattro volte e sono sullo stanchino…: effetti della Fata?
Grazie Rita e grazie agli amici!

Manu