Lisa




« Ciao, sono Lisa da Amsterdam... vi mando delle mie confessioni che mi eccita raccontare: spero me le pubblichiate! »
 

    Ciao Gianni.

Scusa per il ritardo nel ricevere la risposta alla tua lunga lettera che mi è servita moltissimo a delucidare alcuni dubbi che avevo. Beh, ringrazio notevolmente per gli ulteriori complimenti da te fatti e mi lusinga molto che il mio corpo abbia creato in te un eccitazione così profonda da chiedere a Patricia di farti fare un bocchino.
Sicuramente non per vantarmi, ma sarei stata sicuramente all’altezza della Patricia se fossi stata presente. Se ti posso confessare, il mio ragazzo in modo molto romantico diceva che le mie labbra erano come petali di rosa e la mia lingua come un soffice pennello. Alessio fino a pochi mesi fa era talmente fissato nel ricevere il mio sesso orale che ogni mattina prima di recarsi al lavoro esigeva un bocchino da me. Ricordo che in alcuni casi svegliandomi presto per fare colazione mi trovavo truccata e ben vestita pronta a recarmi alla fermata del pullman ancora mezz'ora prima della partenza. Alessio mi chiamava in camera e ancora nudo nel letto mi porgeva gentilmente il suo membro che desiderava come lui diceva “essere scaricato”.
Io con abitudine e senza alcun complesso procedevo così nel succhiarglielo con sempre grandi erezioni che mi costringevano a rifarmi il rossetto nonostante ormai da tempo abituata ingoiavo con molta disinibizione l’intera crema del croissant.
Spero tu apprezza tale confessione perché avrei grosse restrizioni nel verbalizzarle con tale facilita in presenza di persone non aperte alla propria sessualità come voi.
Come ripeto, non ho parole per tutti quei belli complimenti riguardo il mio corpo pero credimi è anche qualcosa che mi sono costruita e  che ho mantenuto andando periodicamente in palestra e seguendo particolari diete.
Forse hai ragione comunque quello che potremo fare sono filmati da noi fatti con coppie o persone selezionate e poi potercele guardare. Penso tale discorso grazie al vostro consiglio si possa terminare. Prima di lasciarti voglio potermi aprire con te con un altra confessione e ti incoraggio come da te espresso di chiedermi qualsiasi cosa a cui io risponderò senza peli sulla lingua e aprirvi con me come io cercherò di fare con voi.
Se penso ad un momento del mio passato estremamente erotico e di piacere provato, devo sicuramente citare lo scorso Giugno quando mi sono recata in Texas a trovare una mia amica che per molto tempo mi ha sollecitato ad andare a trovarla dopo che si è trasferita lì per matrimonio.
Ricordo che dopo 4 giorni del mio soggiorno mi ha portato ad un rodeo dove ho conosciuto alcuni organizzatori dell’evento che lei conosceva. I miei occhi si sono subito posti su un ragazzo di 35 anni di nome Robert che come un vero cowboy domina i cavalli selvaggi domandoli e rishiando in continuazione di cadere. Robert devo amettere mi ha subito impressionato per il bel fisico muscoloso e per il bel culo molto sexy. Lorenza, la mia amica, dal modo in cui lo guardavo ricordo mi comprese subito e mi disse con un sorriso malizioso di non preoccuparmi perché lo avrei conosciuto ad una festa da lei organizzata.
Ricordo così il venerdì seguente andammo dopo un rodeo nella villa di amici di Lorenza che ebbi modo di capire fossero molto liberi e frequentatori di swing clubs.
Io per l’occasione come altri mi ero vestita da cow-girl con un cappello da cowboy, una maglietta scollata e una minigonna con stivali attilati e con tacco alto (un po' da troia se devo amettere). Ricordo che Robert mi notò subito e dopo aver usato la scusa di chiederli che ora erano abbiamo parlato al banco per almeno 3 ore con molta eccitazione da entrambe le parti e con molti discorsi ambigui in parte comici. Ricordo che eravamo abbastanza brilli quando io gli ho detto che la musica era forse troppo alta e avrei gradito essere con lui in un posto più appartato. Con molta ambiguità entrambi con scuse puerili ci siamo detti che forse il terzo piano sarebbe stato il posto migliore. Una volta arrivati Robert accese la luce e mi invito dentro una camera con bagno e doccia. Camera con molta classe che mi sorprese per la belezza. Beh, a farla breve, Gianni, come puoi immaginnare da un semplice bacio siamo finiti a fare l’amore in modo selvaggio istintivo e passionale. Quello che ricordo è che mi piaque moltissimo mettermi a pecorina per lui vero cowboy estremamente bravo a cavalcare . Lui aveva ancora il capello da vero mandriano e per il resto era completamente nudo. Io avevo il beretto gli stivali e una cintura fatta a brigli e per il resto ero completamente nuda. Mi fece togliere gli stivali ma tenni la cintura a brigli nel finco e il beretto  per qualche minuto che  poi cadde nel fianco del letto . Mi ricordo quanto abbiamo scopato bene quanto lo incoraggiavo a fottermi e quanto gemevo. Lui da suo canto come se mi cavalcasse in un vero rodeo oltre che darmi piacevoli sculaccioni nel mio sederino mentre mi penetrava sapeva muovere il suo sedere sexy con molte rotazioni ruotando di conseguenza  il suo bel membro interno alla mia vagina (una favola)
Una volta cambiata posizione e assunta quella classica  grazie ai due  grandi specchio (uno davanti al letto e l'altro dietro al letto ad alcuni metri ) potevo godermi la vista del suo bel culo molto sexy spingere il suo membro al mio interno mentre le mie cosce aperte venivano tenute allargate e in parte alzate per aria da lui. Sentivo persino il rumore delle sue morbide palle scontrarsi conto i lati della mia vagina. Una vista che non dimenticherò facilmente, che mi faceva sentire porca, libera e una lussuriosa regina come mai prima. Una volta ritornati a Doggy style (pecorina) ricordo con le briglia legate ai mie fianchi mi  tirava costringendomi ad incurvare il mio culo sempre di più mentre mi pentrava la  vagina da dietro.
Un vero cowboy.
Ricordo mi tirò anche i capelli mentre scopavamo ancora più velocemente con continue piacevoli sculacciate al mio sedere mentre spingeva. Ricordo che la seconda volta che venne mi disse di sincronizzarmi con lui e di dirli quando io stavo per venire. Qundo gli dissi "I am cominggggg" diede con le sue  possenti manate due piacevolissime forti pressioni nelle due chiappe del mio sedere prolungando sorprendentemente il mio orgasmo e facendomi scoprire una zona erogena che non conoscevo moltissimo. Veramente super. Per il resto ti dico che sono venute altre 5 volte dovendo ogni tanto rinvigorire il suo bel membro con le mie labbrta molto apprezzate da Patricia. Beh, Gianni ora devo volare... spero la mia confessione sia stata apprezzata non pensare mi apra con chiunque così ringrazia la Patricia per la sua piacevole comunicazione a cui risponderò prestissimo.
Per ora bacioni a tutte due

Lisa
 
 
 

[n.d.r. Sono stati corretti solo gli errori di sintassi, mentre alcuni errori nei vocaboli sono stati volutamente mantenuti per garantire fedeltà all'originale]