Il Regista
Parte II





Durante la permanenza di M nella mia citta’ avevamo in mente tante cosa da fare, tutte pensate nei vari mesi che ci sentivamo solamente, molte trasgressive forse anche troppo, e non di facile attuazione anche perche i tempi della permanenza di M erano limitati. Quello che sto per raccontarvi è l’icontro che abbiamo avuto con una mia conoscenza virtuale, fino a quel momento, fatta in chat e di cui lei ne sapeva l’esistenza ma non che sarebbe stata il “piatto della serata”…

…mentre siamo in macchina mi fermo sul lato della strada senza darti spiegazioni. Guardo la rubrica cerco ed infine seleziono.
Ti guardo, tu capisci subito che ho in mente qualcosa.
Mi senti dire "ciao, che fai?, va bene se ora veniamo da te? Si non sono solo, ok spiegami per bene la strada." la macchina riparte e prende un altra direzione. Io e te siamo soli con la tua curiosita' che sale a mille. ci fermiamo di fronte ad un palazzo. Scendiamo e io leggo la lunga fila di campanelli, poi ne suono uno.
Una voce ci dice di salire.
Prendiamo l'ascensore, io evito di guardarti in viso, per non tradire niente.
suono il campanello dell'appartamento, dopo un po’ ci viene ad aprire una persona vestita da governante.
Calze nere, gonna corta, ed un viso squadrato coperto da una cuffietta. Ci fa accomodare sul divano, e ci dice di fare come se fossimo a casa nostra, e si allontana per portarci da bere.
Io intanto sbottono i miei calzoni, e tiro fuori il mio cazzo, tu mi guardi un po' sorpresa, ma ti ordino di inginocchiarti davanti a me e di prendermelo in bocca. Ti abitui subito ai miei ordini e cominci a succhiare come una assatanata, ogni tanto ti tiro per i capelli la testa in su perche' mi fai troppo male e bene allo stesso tempo.
Dopo un po, senti che l'altra persona ti si fa vicino ti prende il mio uccello e te lo leva dalla bocca, e comincia a succhiarlo per bene, tu intanto spinta da me mi lecchi le palle per bene, e poi mi lecchi il culo, con la lingua dolce, dolce , quando senti che sono rilassato, mi entri dentro con la lingua fin che puoi. Poi mi metti dentro un dito piano piano. Ma ti dico io di spingerlo dentro, e tu cominci a fottermi con il dito, mentre mi stanno facendo un bocchino.
allora mi alzo faccio sedere la persona sul divano, a gambe aperte, ti faccio inginocchiare davanti, poi le sollevo la sottana, le scopro le gambe, e le tolgo le mutandine, ne viene fuori un cazzone grosso, grosso; con le mani ti spingo la testa verso il suo cazzo che tu cominci a succhiare come sai tu. Vedo che la cosa ti piace, ti metto una mano nella fica e sento che e un colabrodo.
lui ti guarda mentre glielo lecchi, poi, ti dico di leccargli le palle e di fargli quello che avevi fatto a me, lo lecchi per bene e poi cominci a leccargli il culo, piano piano, la lingua in poco tempo ti entra dentro quasi per meta', io intanto mi avvicino a te,e comincio prima a prenderglielo in mano, poi a baciarlo sulla punta, e grosso, mi riempe la bocca , ma continuo a succhiarlo,e mentre glielo succhio gli faccio una sega.Dopo un po lui mi iplora di metterglielo nel culo, si appoggia a pecora sul divano e tu mi prendi il cazzo e me lu punti sul suo culo. il mio cazzo va su benisso e comincio ad incularlo, tu gli prendi il suo cazzo in bocca, ma io ti dico di venirmi dietro e mentre inculo lui,mi devi leccare dietro.
Tu ubbidisci, e mi eccito da morire. Poi ti faccio mettere a fianco a lui nella medisiam posizione ti tiri giu le mutandine, completamente bagnate, tolgo il cazzo da lui, e telo metto dentro la tua fica, due colpi e te lo levo con la tua massima delusione, chiamo lui che ti lecchi il culo, e dopo un po te lo inflo dietro, prima ne entra un po poi di scatto te lo metto tutto dentro, tu gemi, mi fermo con il cazzo spinto al massimo, poi a poco a poco ti muovi tu, paino piano, mentre lui con il suo cazzo ti da dei colpetti sulla bocca.
Mi dici che ti piace, ma mi supplichi di mettertelo dentro la fica, che io intanto non ti faccio toccare.
Mi imprechi ma io voglio che tu mi supplichi , e quasi piangente me lo supplichi di nuovo.
Ti metto a sedere sulla scrivania, ti apro le gambe e guardiamo insieme il mio cazzo che ti entra piano piano, senza incontrare resistenza, e comincio a pompare, sei tutta bagnata ,non sento quasi niente, ma gemi di piacere, e non capisco se viene o sei venuta o non smetti di godere.
Poi mi prendi per le natiche come a volerlo piu dentro,le tue mani sulle mie chiappe, prima me le stringi poi me le allarghi , me le allarghi tanto, e sento il cazzo di lui che mi punta il mio culo, me lo appoggia poi me lo spinge, è grosso mi fa male, ma vorrei che mi entrasse tutto, fino in gola, ho voglia di provare, deve averlo lubrificato, perche' mi scivola dentro e mi riempe poi comincia a muoversi, sono intontolito, tu intanto ti sfili, scendi dal tavolo mi fai appoggaire con le mani e da sotto mentre lui mi incula, mi fai un bocchino e con le mani cominci a menarmelo sempre piu veloce, non so dove accentrare la mia attenzione , ma tu non interrompi la sega e d io sento che sto per venire, se ne accorge anche lui che comincia a sbattermi di brutto, mi sento tutto aperto, ti sborro in bocca e vedo la mia sborra che ti cola nella bocca, tu me la fai vedere con la lingua e poi l'inghiotti.
l'altro intanto geme, sta per venire , sento uno schizzo caldo nel culo, mentre me lo toglie, ti ordino di leccare tutto , e tu mi lecchi tutta la sua sborra sulle chiappe, e poi quella che mi esce dal mio culo rosso e aperto come non mai e tu come ordinato mi lecchi tutto......................

continua………